Silvia Cox nasce a Terni nel 1994 e si avvicina all’arte sin da piccola studiando danza classica e moderna e suonando il clarinetto. Arrivata al liceo studia recitazione e drammaturgia nei laboratori del Progetto Mandela, “Associazione per la promozione dei diritti umani” rivolta ai ragazzi e nel 2012 compare nella Web-Serie “God – Il dono” di Alessandro Pambianco e nel 2013 partecipa alla trasmissione radiofonica del Progetto Mandela in onda su Radio Galileo.
A 19 anni arriva a Roma e inizia la sua formazione in doppiaggio e dizione presso l’accademia Professione Doppiaggio, che completa due anni dopo, iniziando a lavorare come doppiatrice e speaker. Frequenta in seguito il corso professionale di Alessandro Quarta “La musicalità dell’attore” per poi arrivare al canto con Chiara Perciballi.
Parallelamente prosegue la sua formazione teatrale nella scuola Verbavolant e prende parte a diversi spettacoli tra i quali “Punto e… A Capo” di Marco Falaguasta, “Rumors” di Neil Simon, “Civico 15” di Olimpio Pingitore, “Cena tra amici – Le prenom” di Matthieu Delaporte e Alexandre de la Patelliere e “Il tempo e fermo” di Pierpaolo Buzza con la quale partecipa anche al Fringe Festival di Roma nel 2017.
Scopre l’improvvisazione teatrale nel 2013 presso Verbavolant “Scuola nazionale di improvvisazione teatrale”, per poi entrare nella compagnia Roma Improv e proseguire la formazione con “Lab On Stage” tenuto da Emanuele Ceripa e nel 2017  viene selezionata per le nuove proposte per il cast di “Blue – il musical completamente improvvisato” della compagnia di improvvisazione I Bugiardini.